Pietrafitta (CS) - Chiesa di San Martino di Iove in Canale
 
La Soprintendenza BAP di Cosenza ha avviato nei mesi scorsi una proficua collaborazione con il Comune di Pietrafitta in provincia di Cosenza, per interagire nei lavori di consolidamento e restauro dell'antichissima Chiesa di San Martino di Iove in località Canale, un raro esempio di architettura altomedioevale calabrese concepita e fondata al tempo dell'invasione dei Longobardi. Essa, infatti, fu il sepolcro di Ubertino D'Otranto, morto nel 778, ivi ritrovato nel 1593, e dell'abate Gioacchino da Fiore, morto il 30 marzo del 1202, ma fu anche la casa di Sant'Ilarione, prima che questi nel 998 si trasferisse in Abruzzo con altri 28 monaci che qui dimoravano. La chiesa passò nel 1201 ai Florensi, che la detennero fino al 1783. Dopo il 1807 il sacro edificio fu ridotto a casa colonica e cosi rimane fino all'attuale intervento. Nel 2014 l'amministrazione comunale di Pietrafitta, presieduta dal sindaco Antonio Muto, l'acquisì al fine di recuperarla, utilizzando i fondi Pisl Regione Calabria. Il Comune e la Soprintendenza hanno fissato l'ultimazione  lavori entro il 1° giugno 2015, mese in cui si spera anche di pubblicare i risultati delle ricerche e del restauro e di riaprire al culto il sacro edificio, che vanta 13 secoli di rito liturgico ininterrotto.
Area d'interesse
Speciali
Riferimenti e Link



19_logo_provincia_reggio_c.jpg

19_logo_provincia_vibo.jpg

privacy
Direzione Generale Belle Arti e Paesaggio - Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio della Calabria - Cosenza
tutti i diritti riservati 2013-2014
project by ing. F.Dodaro - produced by e-bag.it
note legali